“A volte è sufficiente
un cambiamento di prospettiva
per relazionarsi nuovamente
con la propria storia personale”

Dott.ssa Marianna Vaccaro

line_blue

“Small things matter”

Psicologa Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale

Accademia di Scienze Cognitivo Comportamentali di Calabria (ASCOC, IESCUM)

Master avanzato Terapia Cognitivo Comportamentale dello Sviluppo

Master MAPS, IESCUM

Specializzata ACT; Esperta in Mindfulness

“Acceptance and Commitment Therapy”

Dottoressa di Ricerca in Comunicazione e Mercati: Economia, Marketing e Creatività

Università IULM di Milano nel settore Behavioral Economics e Nudging

Foto_2

Ordine Psicologi della Calabria

n. 1437

Esperta in

Psicoterapia dell’adulto
Dell’infanzia e adolescenza
Terapia di coppia

Effettuo Valutazione Cognitiva
per bambini e adulti;

Effettuo Valutazione
Neuropsicologica
per adulti e anziani

Consulente Tecnico del Tribunale di Catanzaro (CTU)

Psicologa Esterna Ministero della Giustizia – Cuneo

n. 2555

Valutazioni del danno psichico e affidamento figli minori nella separazioni non consensuali

Tecnico Comportamentale
ABA (autismo e disabilità)

Certification number OP-13-2409

Il trattamento è rivolto  a:

  • Bambini
  • Adolescenti
  • Adulti
  • Coppie
  • Anziani
  • Aziende

Cura e Trattamento di

line_blue

Nella pratica clinica, utilizzo prevalentemente la Terapia Cognitivo Comportamentale e l’ACT.

Nello specifico mi occupo della cura e trattamento di:

  • Difficoltà comportamentali
  • Ansia
  • Attacchi di panico
  • Rabbia e gestione delle emozioni
  • Stress
  • Disturbi alimentari: anoressia, obesità
  • Disturbi dell’umore: depressione, bipolarismo, disturbo ossessivo compulsivo
  • Dipendenze patologiche: alcol, droghe, tabacco, internet, smartphone, sesso, gioco d’azzardo
  • Fobie: timore dell’altezza, dell’aereo, degli spazi aperti, degli aghi, degli animali, ecc.
  • Mutismo selettivo
  • Balbuzie
  • Eventi stressanti: gravidanza, separazioni, lutti, pensionamento, malattie (tumore, cefalea emicrania ecc.)
  • Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA): difficoltà in lettura, scrittura, ortografia e calcolo.
  • Disturbi dell’Attenzione e Iperattività (ADHD)
  • Disturbo Oppositivo Provocatorio (DOP)
  • Difficoltà legate alla nascita e alla gestione delle relazioni sentimentali (Educazione comunicativa e sessuale, terapia di coppia)
  • Valutazione cognitiva per bambini DSA con WISC-IV
  • Screening attenzione, memoria, linguaggio e funzioni esecutive per adulti e anziani
  • Consulenza Aziendale (Comunicazione assertiva e gestione dei conflitti; lavoro contestuale per spingere le persone a intraprendere specifici comportamenti)

Il 90% delle persone considera oggi l’intervento psicologico e psicoterapico un’opportunità di    crescita personale,  promotore del benessere psicofisico della persona.

Permetti a te stesso di sviluppare potenzialità personali e ottimizzare risorse e  competenze utili per una migliore qualità della vita.

La Psicoterapia

line_blue
Cognitivo Comportamentale

Cognitivo Comportamentale

Le origini della psicoterapia cognitivo comportamentale (TCC) risalgono agli anni ’60 con lo sviluppo delle teorie di A.T. Beck.
Il termine “cognitivo” indica tutto ciò che un essere umano può fare con la propria mente, per cui riguarda processi mentali quali sogni, memoria, attenzione ecc.
Il termine “comportamentale” comprende i pensieri e le azioni. Il modello considera fondamentale la relazione tra emozioni, pensieri e comportamenti, evidenziando come molti dei problemi delle persone siano influenzati da ciò che fanno e da ciò che pensano nel “qui ed ora

L’assunto base del modello cognitivo è che il nostro modo di reagire emotivamente ed il nostro comportamento non sono automaticamente determinati dagli eventi esterni, ma da come interpretiamo e valutiamo ciò che accade.
Più che la realtà in sé sarebbe la percezione e il significato che diamo agli eventi a fare la differenza. Non è la situazione che determina direttamente quello che la persona prova ma è piuttosto il modo in cui essa interpreta quell’esperienza.
Ecco perché diventa così importante, nella psicoterapia cognitivo comportamentale, agire sui nostri pensieri e sui nostri comportamenti per liberarci dai problemi che ci affliggono.

In Pratica

In Pratica

  • La ristrutturazione delle “false” credenze o di quelle auto-lesionistiche;
  • Lo sviluppo del self talk positivo, ovvero l’abilità di parlare a se stessi in modo positivo;
  • La sostituzione di pensieri negativi con pensieri più funzionali;
  • La riduzione dei comportamenti di evitamento attraverso la desensibilizzazione sistematica e l’esposizione graduale del paziente alla situazione temuta (soprattutto nelle fobie);
  • L’apprendimento di tecniche di rilassamento (es. Training Autogeno, Rilassamento progressivo muscolare di Jacobson);
  • Lo sviluppo di conoscenze, strategie di coping e di problem solving utili per fronteggiare meglio specifiche situazioni.

La psicoterapia cognitivo comportamentale viene utilizzata nel trattamento di tutti i disturbi psichici: depressione, ansia, disturbi alimentari, ossessioni e compulsioni, fobie, disturbi di personalità, disfunzioni sessuali, dipendenza da sostanze, psicosi, disturbi dell’infanzia, psicopatologia nell’anziano. Inoltre la psicoterapia cognitivo comportamentale viene utilizzata per aiutare le persone a risolvere crisi o difficoltà di adattamento (ansia da prestazione, lutti, problemi nelle relazioni sociali o nella coppia, rapporto genitori/figli ecc).

La TCC è una terapia mirata allo scopo nel quale terapeuta e paziente collaborano assieme in modo attivo. Il lavoro terapeutico è centrato sul presente ma risulta importante anche l’attenzione al passato e alla storia personale. In genere gli interventi sono a breve-medio termine.

Terapia Cognitivo-Comportamentale di Terza Generazione: ACT

Terapia Cognitivo-Comportamentale di Terza Generazione: ACT

La Psicoterapia Cognitivo- Comportamentale recentemente ha introdotto l’Acceptance and Commitment Therapy: ACT, una nuova forma di Psicoterapia, con solide basi scientifiche (Hayes, 2004).  Essa è basata sulla Relational Frame Theory (RFT): un programma di ricerca di base sulle modalità di funzionamento della mente umana (Hayes, Barnes-Holmes, e Roche, 2001). Questa ricerca suggerisce che molti degli strumenti che le persone utilizzano per risolvere i problemi, conducono in una trappola che crea sofferenza.

L’ACT prende in considerazione alcuni concetti non convenzionali:

  • La sofferenza psicologica è normale, è importante ed accompagna ogni persona.
  • Non è possibile sbarazzarsi volontariamente della propria sofferenza psicologica, anche se si possono prendere provvedimenti per evitare d’incrementarla artificialmente. Il dolore e la sofferenza sono due differenti stati dell’essere.
  • Non bisogna identificarsi con la propria sofferenza.
  • Si può vivere un’esistenza dettata dai propri valori, iniziando da ora, ma per farlo si dovrà imparare come uscire della propria mente ed entrare nella propria vita.

In definitiva, ciò che viene richiesto dall’ACT, è un fondamentale cambiamento di prospettiva: uno spostamento nel modo in cui viene considerata la propria esperienza personale. I metodi di cui si avvale forniscono nuove modalità per affrontare le difficoltà di natura psicologica e cercano di cambiare l’essenza dei problemi psicologici e l’impatto che essi hanno sulla vita.

ACT: In Pratica

ACT: In Pratica

L’Acceptance and Commitment Therapy si basa su tre punti fondamentali:

Mindfulness: è un modo di osservare la propria esperienza che, per secoli, è stato praticato in oriente attraverso varie forme di meditazione. Recenti ricerche nella psicologia occidentale, hanno provato che praticare la mindfulness può avere benefici psicologici importanti (Hayes, Follette, & Linehan, 2004). Attraverso tali tecniche si impara a guardare al proprio dolore, piuttosto che vedere il mondo attraverso di esso; si può comprendere che ci sono molte altre cose da fare nel momento presente, oltre a cercare di regolare i propri contenuti psicologici.

Accettazione: si basa sulla nozione che, di norma, tentando di sbarazzarsi del proprio dolore si arriva solamente ad amplificarlo, intrappolandosi ancora di più in esso e trasformando l’esperienza in qualcosa di traumatico. L’ACT opera una chiara distinzione tra dolore e sofferenza. Per la natura del linguaggio umano, quando ci si trova di fronte ad un problema, la tendenza generale è di capire come attaccarlo.

Capire come liberarci dagli eventi indesiderati (come predatori, freddo, inondazioni) è sempre stato un fattore essenziale per la sopravvivenza della razza umana; tuttavia il tentativo di usare questa stessa organizzazione mentale dinanzi alle proprie esperienze interne non funziona. Quando ci si imbatte in un evento interno doloroso infatti, si tende a fare ciò che si fa solitamente: organizzarlo e risolverlo per sbarazzarsene. In realtà però le esperienze interne non sono uguali agli eventi esterni e i metodi per cercare di eliminarle non funzionano. Deve essere chiaro che l’accettazione, come viene intesa in questo contesto, non è un atteggiamento nichilistico auto-distruttivo; né un tollerare il proprio dolore, o il sopportarlo, ma è un vitale e consapevole contatto con la propria esperienza.

Impegno e vita basata sui valori: quando si è coinvolti nella lotta contro i problemi psicologici spesso si mette la vita in attesa, credendo che il proprio dolore debba diminuire, prima di iniziare nuovamente a vivere. L’ACT invita a uscire dalla propria mente ed entrare nella propria vita intraprendendo azioni impegnate in direzione di quelli che sono i propri valori.

Contattami come Professionista, fai la tua domanda e prendi appuntamento con serenità e fiducia.

Membro di

line_blue
La Dott.ssa e' presente sul portale di Psicologia-Italia
La Dott.ssa e' presente sul portale di Psicologia-Italia

L’idea di base, nata nel 2008, era quella di creare le condizioni ottimali per determinare un reale contatto tra gli psicologi e tutti coloro che sentono il bisogno di superare una fase critica della propria vita.

Consulente Associazione Un Mondo in 3D (Beinasco)
Consulente Associazione Un Mondo in 3D (Beinasco)

Centro formativo, educativo e aggregativo per la promozione del benessere scolastico, lo sviluppo della cultura, delle arti e della qualità della vita

EABA
EABA

European association for behaviour analysis (Student Member) Is an international organisation that aims to promote behaviour analysis in Europe

NUDGE ITALIA (Team Member: Research Scientist)
NUDGE ITALIA (Team Member: Research Scientist)

Nudge Italia si propone per avviare, sostenere e promuovere iniziative di nudging nel nostro Paese, in collegamento con il Network Europeo TEN.

Associazione Onlus “La Compagnia del Sorriso” (CH)
Associazione Onlus “La Compagnia del Sorriso” (CH)

Associazione di clownterapia e clown sociale c/o i reparti di Pediatria e Geriatria dell'ospedale di Chieti.

Associazione “Obiettivo Salute” (CZ)

ACT Italia
ACT Italia

ACT Italia è il capitolo Italiano ufficiale della Association for Contextual Behavioral Science (ACBS - www.contextualpsychology.org). Si propone di favorire lo sviluppo di una scienza funzionalista e contestualista del comportamento e della cognizione.

ACBS
ACBS

Association for Contextual Behavioral Science in qualità di professionista Is dedicated to the alleviation of human suffering and the advancement of human well-being through research and practice grounded in contextual behavioral science.

Società Italiana degli Analisti del Comportamento
Società Italiana degli Analisti del Comportamento

SIACSA è l’Associazione dedicata agli ANALISTI DEL COMPORTAMENTO, ossia a tutti coloro che hanno un percorso certificato e serio di formazione in analisi comportamentale, applicata o sperimentale.

La mia Formazione

line_blue
  • Ho completato la mia formazione scientifica conseguendo all’Università IULM di Milano il dottorato di Ricerca in Comunicazione e Mercati: Economia, Marketing e Creatività, settore Processi Decisionali, finalizzato a creare contesti sociali (ospedali, aziende, ecc.) funzionali per il benessere dell’individuo e della collettività (utile per stimolare il ricordo dell’assunzione dei farmaci, mantenere diete o seguire un’alimentazione corretta, diminuire i “comportamenti problema”, ecc). Nello specifico la tesi ha visto interventi mirati a ridurre la frequenza di utilizzo dello smartphone nei pub e ristoranti, famiglia e scuola. In ambito accademico mi sono occupata di comportamenti di scelta, incertezza e processi decisionali.
  • Nel 2016 ho conseguito il Master Avanzato in Psicoterapia Cognitivo Comportamentale per lo Sviluppo M.A.P.S. – IESCUM (MI) come formazione Post Psicoterapica per poter applicare i principi cognitivo comportamentali con bambini e adolescenti. Ho acquisito metodologie per l’assessment, la concettualizzazione del caso e l’intervento secondo i più recenti modelli di sviluppo delle terapie comportamentali e cognitive: Rational Emotive Behavior Therapy (REBT), Acceptance and Commitment Therapy (ACT), Functional Analytic Therapy (FAP).
  • Attraverso il Corso RBT (IESCUM –TO) come Tecnico Comportamentale ABA Approved for BCBA and BACB CEU’s –BACB ACE.) ho maturato esperienza nel settore della disabilità e dell’autismo (Certification number OP-13-2409).
  • Possiedo Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale: Scuola Quadriennale di Specializzazione Riconosciuta dal MIUR GU n. 71 del 25-3-2008 conseguita presso ASCoC (CZ) con votazione 50/50 e lode.
  • Laurea in Psicologia Clinica e della Salute presso l’Università degli Studi di Chieti-Pescara con una tesi di ricerca finanziata dalla Facoltà di Psicologia (fondi ex-60%), dell’Università degli Studi “G. D’Annunzio” di Chieti con votazione 110/110.
  • Abilitazione Albo A all’esercizio della professione di Psicologo n.1437 Regione Calabria.
  • Certificato Esecutore BLS-D n. 411838: Basic Life Support Defibrillation (Rianimazione Cardio Polmonare di Base con uso di defibrillatori semi-automatici esterni DAE), rilasciato da IRC Italian Resuscitation Council (RM).
  • Esperta in Uso dei Test Grafici, strumento di indagine della personalità quali: Disegno della Figura Umana di Machover; Disegno della Famiglia di Corman e Disegno dell’Albero di Koch. LRpsicologia Formazione – Clinica – Ricerca (RM).
  • Ogni anno partecipo a corsi di aggiornamento professionalizzanti.

Le mie Esperienze Professionali

line_blue

 

  • Ministero della Giustizia come Esperto Esterno Psicologo nel Dipartimento Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna di Cuneo.
  • Psicologa, Psicoterapeuta Libera Professionista in Via Montevideo, 5 – 10134- Torino.
  • Associazione un Mondo in 3D come Psicologa, Psicoterapeuta Libera Professionista, Beinasco (TO). Effettuo valutazioni cognitive per certificazione DSA (Disturbi Specifici dell’Apprendimento), ADHD (Disturbo di Attenzione e Iperattività) e/o DOP (Disturbo Oppositivo Provocatorio); Parent Training finalizzati a conoscere ed affrontare le difficoltà comportamentali legate all’infanzia e all’adolescenza; gruppi di lavoro con ragazzi DSA certificati volti ad approfondire la conoscenza della sfera emozionale, autostima e comunicazione assertiva.
  • Università IULM Milano – Cultore della materia nel corso di Strategie di lettura: Apprendimento e Meta cognizione e Ricercatrice in Economia Comportamentale.
  • Aziende Nestlè, Saint Gobain e Alcon come Consulente Esperto nello sviluppo e applicazione di tecniche di nudging in specifici Business Case e Formazione del personale sulle strategie comunicative e di vendita.
  • Azienda Ospedaliera “Guido Salvini”, Garbagnate Milanese (MI) nel reparto di Psicologia Clinica e Neuropsicologia. Responsabile nella Valutazione Neuropsicologica per adulti e anziani (colloquio individuale e con le famiglie, somministrazione test e stesura relazioni diagnostiche, rilascio certificazione per richiesta invalidità civile, valutazione deterioramento cognitivo in seguito a incidente o per cause legate al decorso dell’età o patologie specifiche quali Alzheimer e Parkinson).
  • T ASP di Catanzaro, servizio per tossicodipendenze in qualità di Psicologa.
  • Associazione Obiettivo Salute settore Triage nell’azienda ospedaliera come Psicologa Libera Professionista. Responsabile nell’area Pronto Soccorso nell’accogliere situazioni di emergenza, aiutare i pazienti a defondersi dalla difficoltà riscontrata e focalizzare l’attenzione sulla respirazione come ancora di conoscenza della propria soglia del dolore.
  • Servizio di Neuropsichiatria Infantile ASP di Catanzaro come Psicologa.
  • Associazione ONLUS “La Promessa” (RM), convenzionata con il D.H. di Psichiatria Clinica del Policlinico Universitario A. Gemelli in qualità di Psicologa.
  • Docente Modulo Competenze Relazionali e Strategie di Problem Solving presso la Cooperativa Servizi e Formazione (CZ).
  • Esperta Psicologa nel Progetto PON FSE F3 2013 “Istituto Malafarina” di Soverato (CZ).
  • Volontaria Associazione Onlus “La Compagnia del Sorriso”, Chieti (CH).

Progetti svolti

  • Progetto specialistico Un mondo in 3d “a piccoli passi” nella biblioteca di Vinovo 2019: ciclo di 5 incontri su sportello di ascolto genitoriale, strategie educative e gestione delle emozioni.
  • Progetto PON FSE F3 2013 “Istituto Malafarina” via Trento e Trieste, 88068 Soverato (CZ) in qualità di Psicologa.
  • Progetto di ricerca finanziato dalla Facoltà di Psicologia (fondi ex-60%), dell’ Università degli Studi “ G. D’Annunzio” di Chieti. Il progetto, coordinato dalla Prof. Babore, riguarda la nascita delle relazioni sentimentali in adolescenza.
  • Progetto di ricerca finanziato dalla Facoltà Consumi e Mercati IULM di Milano: applicazione del Nudging per ridurre lo spreco alimentare
  • Progetto di ricerca finanziato dalla Facoltà Consumi e Mercati IULM di Milano: applicazione del Nudging per ridurre la frequenza di utilizzo dello smartphone in contesti scolastici ed extrascolastici.
  • Progetto Pronto Soccorso di Soverato “Diamo una mano al nostro Ospedale” in qualità di Psicologa, settore
  • Progetto di dottorato: Sviluppo e applicazione di un intervento di Nudging per la riduzione dell’utilizzo dello smartphone nei contesti di aggregazione, coordinato dal Prof. re P. Moderato. I risultati sono stati presentati nell’ 8th Conference of the European Association for Behavior Analysis in Sicilia 14-17 settembre 2016.
  • Attività di Formazione, sviluppo e applicazione di Business Case per l’Azienda Alcon, Saint Gonbain e Nestlè.

Le mie Pubblicazioni

Poster - Nudge and well-being: a gentle push to promote people’s well-being in the Italian context

Paper accepted for the Fourth International Workshop: Behavioural Economics Nudges and Heuristics for public policies, Turin, Italy
Pozzi, F., Cesareo, M., Compiani, A., Lopes, M.E., Stoyanova, P., Vaccaro, M, Volpe M., Moderato, P.
2016, September

Poster - No waste by default: preventing food waste in restaurants using Nudging

Symposium at the 8th Conference of the European Association of Behaviour Analyses, Enna, Italy
Cesareo, M., Lopes, M.E., Vaccaro, M., Compiani, A., Pozzi, F., & Moderato, P.
2016, September

Poster - Digital detox: preliminary findings of a nudging intervention to reduce the usage of digital devices in social contexts

Symposium at the 8th Conference of the European Association of Behaviour Analyses, Enna, Italy
Vaccaro, M., Lopes, M.E., Cesareo, M., Stoyanova, P., Volpe, M., Pozzi, F., & Moderato, P.
2016, September

Articoli su State of Mind -

  • State of Mind: Basta un Nudge e lo zucchero va giù  (http://www.stateofmind.it/2017/11/nudgequantita-zucchero-caffe/)
  • State of Mind: Digital Detox: nudging e uso consapevole dello smartphone (http://www.stateofmind.it/2017/05/smartphone-digital-detox/)
  • State of Mind: Meno speco alimentare di default con il nudging (http://www.stateofmind.it/2017/12/spreco-alimentare-nudge/)
  • State of Mind: Nulla sfugge ai social: una spinta gentile per ricordarlo (http://www.stateofmind.it/2018/04/privacy-internet-addiction/)

Libri e articoli scientifici -

  • Anchisi, R., Copelli, C., Gambotto Dessy, M., Vaccaro, M. (2019). I principi fondamentali della comunicazione: In P. Moderato (a cura di), Contesti di comunicazione. Pluralità di linguaggi nel mondo 3.0.
  • Anchisi, R., Gambotto Dessy, M. & Vaccaro, M. (In press). Le dinamiche relazionali in triade. Strategie per una comunicazione efficace. In Gruppo GFT (a cura di), Triage infermieristico. Milano: McGraw-Hill.
  • Vaccaro M. & Cesareo M. (2018). La disintossicazione digitale. Psicologia Contemporanea Editore.
  • Bisagni D., Bisagni M. & Vaccaro M. (2018). Mindfulness e flessibilità psicologica nella pratica sportiva: validazione della versione italiana della State Mindfulness Scale for Phsical Activity (SMS-PA) e della versione per lo sport dell’Acceptance and Action Questionnaire (AAQ-II). Vol.24 n.2. Erickson Editore
  • Vaccaro, M. (2017). Il colloquio clinico nell’infanzia e nell’adolescenza. In R. Anchisi, M.Gambotto Dessy, Il colloquio clinico. Firenze: Högrefe.

Contattami

Marianna Vaccaro

Via Montevideo, 5 – 10134 -Torino
Cellulare: +393489132738
Email: marianna.vaccaro@yahoo.it

Contattami

Il 90% delle persone ha deciso di cambiare prospettiva